Lavoro: Di Maio rilancia il salario minimo

Quello che dice di noi l’articolo:

Di Maio apre un altro fronte con il movimento dei piccoli imprenditori dei Drappi Bianchi parla di oppressione fiscale e lotta alla burocrazia. “Bisogna iniziare con provvedimenti a costo zero contro la burocrazia, lo spesometro, il redditometro, gli studi di settore e lo split payment. Questa roba va eliminata e dove possibile sostituita con meccanismi digitali in cui gli imprenditori non hanno oneri. Semmai deve essere lo Stato ad incrociare banche dati e accertare se c’è qualche furbo”, dichiara in un altro incontro stampa.

E deve finire, ammonisce, “anche l’era delle leggi anti evasione che combattono chi le tasse le ha sempre pagate. Se si devono fare leggi anti evasione devono andare a colpire gli evasori. Oggi si sta rendendo un’inferno invece la vita degli imprenditori e dei professionisti”. Questioni, queste, dice ancora Di Maio, che “aspettano da 30 anni” di essere risolte per aumentare la qualità di vita di imprenditori e cittadini.

Leggi tutto l’articolo

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Drappobianco cerca sede in città

In cambio il gruppo si impegna a riqualificare
gli spazi utilizzati.

L’appello arriva direttamente dal fondatore Giuseppe Caggiano ed è rivolto a chiunque potesse fornire un locale per riunioni ed incontri con i cittadini.

Il gruppo non ha grande pretese e nella nuova sede si prefigge l’obbiettivo di espandersi e farsi conoscere anche in altri territori avendo un altro punto di riferimento locale nel comasco.

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi