Cosa vuole fare il drappobianco

Quello che vogliamo fare noi è la stessa cosa che vorrebbero fare tutti gli italiani che vogliono un cambiamento vero, senza compromessi e con buonsenso.

Per riuscire in questo ci sono diverse cose basilari da fare.

Per prima cosa dobbiamo aggregarci in tanti, sotto un unico simbolo di cambiamento.

In tanti contiamo e chi ci governa sarà costretto a darci fiducia e ascolto.

Bisogna che ognuno di noi porti al gruppo le proprie risorse, come il tempo e le idee.

Facciamoci vedere

Il cambiamento non è per forza radicale ma deve essere veloce e proporzionato alle vere necessità del popolo.

Da casa, dal proprio paese di residenza, dobbiamo farci vedere, esponendo il simbolo del cambiamento: il lenzuolo bianco listato a lutto, chiamato DrappoBianco.

Solo così si potremo iniziare un cammino, certamente non facile ma vero e reale: mettendoci la nostra faccia.

Da italiano onesto, che non vuole avere più paura di mostrare i suoi errori e vuole migliorare:
il vero cambiamento siamo noi stessi.

Il voto è segreto. Il DrappoBianco no.
Esponilo.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Drappobianco cerca sede in città

In cambio il gruppo si impegna a riqualificare
gli spazi utilizzati.

L’appello arriva direttamente dal fondatore Giuseppe Caggiano ed è rivolto a chiunque potesse fornire un locale per riunioni ed incontri con i cittadini.

Il gruppo non ha grande pretese e nella nuova sede si prefigge l’obbiettivo di espandersi e farsi conoscere anche in altri territori avendo un altro punto di riferimento locale nel comasco.

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi