Auguri.

A volte, alcune cose buone sembrano amare. Malgrado tutto, però, proprio questo amaro rappresenta la speranza che le cose possano cambiare.

Fu Amintore Fanfani a trovare una formula che potesse rappresentare gli italiani, la loro opera nel mondo, la loro genialità. Mettendo d’accordo la maggioranza dell’Assemblea Costituente.

Le intenzioni erano buone, anche se oggi abbiamo un paese che si è messo nelle condizioni di distruggere il suo fondamento: il lavoro.

La speranza che le cose cambiano, che noi si possa cambiare questo sistema malato, però, ce l’abbiamo.

Per questo siamo qui e per questo non bisogna arrendersi.

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Prima pagina della Costituzione della Repubblica Italiana
La prima pagina dell’originale conservato presso l’archivio storico della Presidenza della Repubblica

 

Scarica la Costituzione in PDF

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Drappobianco cerca sede in città

In cambio il gruppo si impegna a riqualificare
gli spazi utilizzati.

L’appello arriva direttamente dal fondatore Giuseppe Caggiano ed è rivolto a chiunque potesse fornire un locale per riunioni ed incontri con i cittadini.

Il gruppo non ha grande pretese e nella nuova sede si prefigge l’obbiettivo di espandersi e farsi conoscere anche in altri territori avendo un altro punto di riferimento locale nel comasco.

Contattaci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi